STRESS E OSTEOPOROSI: COSA FARE

STRESS E OSTEOPOROSI: COSA FARE

Ciao e ben ritrovato in questo articolo dove parliamo di cosa è bene fare in caso di osteoporosi, in particolare andremo a:

  1. definire che cos’è l’osteoporosi;
  2. perché ci si può trovare in tale condizione;
  3. chi è più a rischio di osteoporosi e perché;
  4. 2 fattori aggravanti
  5. cosa fare in caso di osteoporosi (vedremo il rimedio naturale più efficace).

CHE COS’E’ L’OSTEOPOROSI?

L’osteoporosi è una problematica in cui la densità ossea è inferiore al normale e, di conseguenza, è maggiore il rischio di fratture.

Secondo una stima, in Italia ne sono colpite soprattutto le donne:

  • 1 donna su 3 dopo i 50 anni (tra poco vedremo il perché, comunque sono circa 5.000.000 le donne colpite);
  • 1 uomo su 8 oltre i 60 anni (circa 1.000.000)

COME AVVIENE LA DIAGNOSI?

La diagnosi avviene principalmente tramite densitometria ossea (DEXA), un esame in cui viene misurata la densità dell’osso a livello della colonna vertebrale e del femore prossimale. Il parametro che esce (T-SCORE) viene confrontato con dei parametri standardizzati.

Qual’ora il risultato sia:

  1. T-score > -1 SD si è in condizioni normali;
  2. T-score tra -1.0 SD e -2.5 SD si è in condizioni di osteopenia (lo stadio prima dell’osteoporosi);
  3. T-score < -2.5 SD si è in presenza di osteoporosi.

Più il parametro è negativo più il rischio di frattura si innalza.

CHI E’ PIU’ A RISCHIO OSTEOPOROSI?

In assoluto le donne dopo la menopausa (e questo spiega il dato sopra).

Devi sapere che dopo la menopausa c’è un crollo ormonale che diminuisce la sintesi di osso nuovo e, di conseguenza, la densità ossea diminuisce.

Oltre a questo fattore ce n’è un altro:

lo stress.

OSTEOPOROSI E STRESS

Quando siamo stressati il nostro corpo secerne in maniera maggiore il cortisolo, ormone catabolico che tra gli effetti negativi ha anche quello di “mangiarsi” l’osso (del rapporto tra stress e cortisolo ne ho parlato in maniera approfondita nell’articolo precedente “lo stress fa ingrassare“, ti consiglio di leggerlo.

MENOPAUSA E STRESS: 2 FATTORI AGGRAVANTI

A questo punto capisci bene che menopausa e stress sono 2 fattori devastanti per la tua salute in quanto il rischio di incappare nell’osteoporosi è altissimo (per non quasi certo visto che se sei una donna la menopausa è uno stato fisiologico e lo stress oggi è all’ordine del giorno).

COSA FARE PER L’OSTEOPOROSI? IL MIGLIOR RIMEDIO NATURALE

Nel mio articolo precedente che sopra ti ho citato ti elenco anche quali sono i 3 rimedi naturali per abbassare la produzione di cortisolo (attività fisica, meditazione e alimentazione).

Tra questi 3, uno solo però è anche il miglior rimedio naturale contro l’osteoporosi:

l’attività fisica!

L’attività fisica contro resistenza, ossia quella dove l’obiettivo è spostare un peso, stimola indirettamente la sintesi di nuovo tessuto osseo.

Quindi serve andare in palestra?

Si, se hai la possibilità di andare in palestra puoi andarci, se non ne hai la possibilità puoi allenarti anche comodamente a casa (qui di seguito ti metto il link di un mio articolo precedente dove ti mostro in video 11 esercizi senza attrezzi da fare anche a casa -> LINK).

VIDEO A CURA DI MATTIA BABETTO: STRESS E OSTEOPOROSI

CONCLUSIONI

L’osteoporosi è una problematica da non sottovalutare (soprattutto se sei una donna in menopausa o ci si avvicina.

Fare attività fisica, palestra o allenamento a corpo libero, è il miglior farmaco naturale che hai a disposizione.

Se al momento sei in una condizione di sedentarietà, o sei stanco/a di andare in palestra, puoi iniziare a farla in sicurezza a casa tua grazie alle mie 2 guide gratuite che trovi qui:

-> Clicca qui per accedere alle mie guide gratuite Revolution Fit & Addio Dolori.

Mattia Babetto

Ciao sono Mattia Babetto, ho fatto della mia passione il mio lavoro da oltre 8 anni. Sono Laureato in Scienze Motorie specializzato in motoria posturo-funzionale. Il mio obiettivo è fornirti tecniche e strategie per essere più in salute, in forma e performante nonostante l'avanzare dell'età.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ultimi articoli x

Ti piace questo blog? Per favore spargi la voce :)